• Grey Facebook Icon
  • Grey Instagram Icon

I DOCENTI DEI LABORATORI DI “VITA NELLA CITTÀ”

 

Fabrizio Casti – Laboratorio di musica elettronica

Fabrizio Casti si è diplomato in Composizione Sperimentale con Franco Oppo a Cagliari e ha studiato Musica Elettronica con Alvise Vidolin a Venezia.

Ha lavorato e scritto composizioni per vari interpreti. Tra gli altri Irvine Arditti (Sottili di luce); Carin Levine (Morbide auree dell'aria per flauto solo); Oscar Pizzo (L'ottavo Cielo per pianoforte e orchestra, Le Rovine per pianoforte e live computer); Kirk Brundage (Khroai for one percussionist player); l'Orchestra Sinfonica e la Sinfonietta del Teatro Lirico di Cagliari; l'Orchestra Guido Cantelli (Come attraversare gli intervalli dell'aria).

È Presidente dell’Associazione Spazio-musica-Ricerca, e Vicepresidente del Festival Internazionale Spaziomusica per la promozione e la diffusione della musica contemporanea. Nel 1992 e nel 1994 è stato invitato a far parte del Komponisten-forum durante l'Internationale Ferienkurse für Neue Musik di Darmstadt, dove in prima esecuzione assoluta ha presentato Le Rovine per pianoforte e live computer suonato da Oscar Pizzo, Sottili di luce per violino solo suonato da Irvine Arditti e Khroai for one percussionist player suonato da Kirk Brundage.

Le sue composizioni, pubblicate da Ricordi e da Steinäuser Verlag e incise su CD dalla Nuova Fonit-Cetra e da Spaziomusica, sono state eseguite in Festivals e Rassegne nazionali ed internazionali in Europa, Giappone e America, e trasmesse da radio nazionali ed estere. Insegna Elementi di Composizione Musicale presso il Conservatorio Statale di Musica di Cagliari.

 

Mario Coccetti – Masterclass di danza contemporanea

Mario Coccetti è un coreografo che opera sul territorio nazionale ed internazionale. Il focus dei suoi lavori riguarda la dignità umana in relazione ai temi sociali e al modo in cui l’essere umano è in grado non solo di fronteggiarli, ma di trovare in sé quelle risorse che lo conducono, se non ad una soluzione, ad una salvezza interiore.

Tra le recenti attività la partecipazione al Reverbdance Festival di New York, la collaborazione con Danza 180° di Madrid e Harrobia/Eskena di Bilbao, l’ottenimento del premio Prospettiva Danza per lo spettacolo Dust e la collaborazione con Mario Perrotta per il progetto Ligabue (Premio Critica 2015 e Premio UBU 2015), di cui firma i percorsi coreografici.

Attualmente sta collaborando con Michele Merola per "Progetto Danza" e "Agora Coaching Project", con il regista Paco Andrea Mariani per il film "The Harvest" e ha in attivo la realizzazione di due progetti coreografici: Diacronico ed S.

 

Azzurra D’Agostino – Laboratorio di poesia e scrittura creativa

Azzurra D’Agostino è nata a Porretta Terme, sull’Appennino Tosco-Emiliano. Ha pubblicato diverse raccolte di poesia, tra cui D'aria sottile, Transeuropa 2011 – selezione Premio Viareggio – e Canti di un luogo abbandonato, SassiScritti 2013 – menzione speciale Premio Marrazza e Premio Carducci 2014. Ha pubblicato interventi, racconti, poesie, su varie riviste e antologie. Scrive per il teatro, conduce laboratori di lettura e scrittura poetica e si occupa di organizzazione culturale come presidente dell’Associazione Culturale SassiScritti.

La sua esperienza nel guidare piccoli gruppi di lettura e scrittura poetica è iniziata diversi anni fa con alcune scuole per poi allargarsi a esperienze rivolte alle persone più diverse (sofferenti di malattie mentali, insegnanti, migranti). Possiede l'attestato di insegnante di italiano come L2 per gli stranieri e ha tenuto nel 2016 un laboratorio di poesia dentro il CPIA Montagna, una scuola sull’Appennino Bolognese che si occupa di ragazzi problematici, di alfabetizzazione e di fornire le prime lezioni di italiano a rifugiati, migranti e analfabeti.  In teatro ha scritto per Teatro dei Venti di Modena, Daria Deflorian, Giulio De Leo.

 

Stefania Dessì – Laboratorio di sartoria

Scenografa e Costumista di alta formazione, ha lavorato nelle più importanti produzioni di lirica, teatr e danza. Diplomata nel 1984 presso la Scuola Professionale Femminile di Stato, prosegue gli studi di sartoria presso la Scuola Ideando (scuola di taglio e cucito) approfondendo la sua formazione in modellistica, confezione abiti da sposa, realizzazione di figurini, decorazioni su tessuto. Sempre nella stessa scuola consegue la qualifica di Sarta Modellista. Nell’ambito artistico collabora attivamente con varie realtà di teatro e di danza quali: Teatro Lirico di Cagliari, Nuova Scena, Asmed-Balletto di Sardegna, Compagnia B , La Giostra. Nel 2016 viene inserita nel progetto di Alternanza Scuola Lavoro “Laboratorio di costume teatrale” presso l’Istituto Professionale di Stato per i Servizi Sociali S. Pertini (Cagliari) come docente e coordinatrice. Nel progetto gli studenti sono stati coinvolti in tutte le fasi di ideazione e realizzazione di costumi teatrali utilizzati in varie produzioni.

 

Karim Galici – Laboratorio di teatro sensoriale

Karim Galici (Cagliari, 1977) regista, attore e manager culturale. Laureato in Discipline dell’Arte, della Musica e dello Spettacolo (D.A.M.S) all’Università degli studi di Roma Tre e Master in Management per lo Spettacolo (MASP) alla SDA Bocconi. Si diploma allo Studio Internazionale dell’Attore “Permis De Conduire” e inizia la sua carriera nel '99 debuttando nel ruolo di Amleto al Teatro Agorà di Roma. Nello stesso anno partecipa alla fondazione del Teatro delle Apparizioni con cui resterà sino al 2001. Parallelamente ad un’intensa attività teatrale, lavora nel cinema indipendente partecipando come attore a 4 film (tra cui La fame e la sete di Antonio Albanese dove interpreta uno dei profughi che vengono rimpatriati) e 4 cortometraggi, di cui 2 come regista e sceneggiatore. Dal 2002 inizia una profonda collaborazione con il Living Theatre impegnandosi in un teatro politico e sociale (tra le diverse produzioni è in tournée nazionale con lo spettacolo Not in my name contro la pena di morte). Fonda a Roma la compagnia Impatto Teatro con la quale approfondisce i linguaggi sensoriali con cui la giovane compagnia realizza spettacoli e laboratori che riescono a comunicare in maniera poetica, forte e diretta con spettatori di tutte le etnie e di abilità diverse. Nel 2013 termina in Spagna la Escuela de lo Sentidos diretta da Enrique Vargas (Teatro de los Sentidos). Con la compagnia internazionale di Barcellona partecipa a 6 laboratori e realizza 2 spettacoli di cui l'ultimo all'interno del Festival Teatralia 2016 (Madrid). Attualmente lavora con ASMED, che ha prodotto i suoi ultimi spettacoli: “Il Museo danzante”, spettacolo in forma di visita guidata per i musei e “Invisible Space”, progetto su Le città invisibili di Calvino (2016) che mescola professionisti e non professionisti. Inoltre collabora per Maya alla realizzazione del find (Festival Internazionale Nuova Danza).

 

Massimiliano Leoni – Laboratorio di fotografia

Massimiliano Leoni è direttore organizzativo di ASMED dal 1997 e direttore artistico dal 2012 e tra i fondatori dell’AGIS Sardegna e del NDS (Nuova Danza Sardegna). Da 30 anni si occupa di fotografare spettacoli teatrali e coreutici, stringendo relazioni con importanti realtà del territorio sardo, come le compagnie Effimero Meraviglioso di Cagliari e Teatro Instabile di Paulilatino. È il fotografo ufficiale di tutti gli spettacoli prodotti da ASMED – Associazione Sarda Musica e Danza. Segue come fotografo, fin dalle prime edizioni, anche il FIND – Festival Internazionale Nuova Danza.

 

Daniele Maggioni – Laboratorio di video documentario

Daniele Maggioni è un produttore, regista e sceneggiatore che opera da oltre quarant’anni nell’ambito del cinema, principalmente indipendente e di ricerca.

Ha prodotto lungometraggi, documentari e cortometraggi che hanno partecipato a festival nazionali e internazionali, tra cui  L’aria serena dell’ovest, Un’anima divisa in due (Coppa Volpi Festival di Venezia), Le acrobate , Pane e Tulipani (David di Donatello 2000, Quinzaine des realisateurs/Cannes) per la regia di S. Soldini,  Forza Cani  e Come l’ombra  per la regia di M. Spada.

Come autore ha scritto la sceneggiatura dei film di M. Spada Come l’ombra (Giornate degli autori Festival di Venezia 2006) e Il mio domani  (Festival di Roma 2011 ), diretto il film Tutto bene (Filmmaker 2011) e co-diretto  Nel mondo grande e terribile (sulla vita e sul pensiero di Antonio Gramsci).

Ha pubblicato diversi articoli di cinema su varie riviste e cataloghi di festival, una monografia su Joris Ivens (con S. Cavatorta) per il Castoro Cinema, e i manuali Professione Filmmaker (1997) per Mondadori e  Il filmmaker digitale (2008) per Hoepli.

Attualmente vive a Cagliari dopo aver lavorato per molti anni a Milano dove ha diretto per dieci anni la Scuola di Cinema. Ha una lunga esperienza di formatore presso scuole e università di cinema nazionali e internazionali.

 

Bruno Meloni – Laboratorio di scenografia

Bruno Meloni nasce a Cagliari nel 1959. Fin da piccolo manifesta un’inclinazione naturale per l’arte: inizia a disegnare a tre anni, a fare fotografie a sei, incisioni a dodici, murali a quindici e video a diciotto. Si laurea in ingegneria Civile Edile indirizzo architettonico nella Facoltà dell’Ateneo di Cagliari. Dal 1972 al 1975 si dedica all’incisione su legno e linoleum e successivamente su metallo. Dall’81 si occupa anche di grafica.

Dal 1975 al 1978 ha svolto attività di muralista, con Pinuccio Sciola a San Sperate, in Sardegna e in provincia di Novara. Dal 1995 lavora come libero professionista dedicandosi principalmente alla ristrutturazione di case private e all’allestimento di mostre e musei. È street artist e si occupa anche di scenografia e regia teatrale.

 

Daniele Atzeni – coordinamento del video-documentario

Regista e produttore indipendente, si diploma in regia alla Nuova Università del Cinema e della Televisione di Roma. Da oltre quindici anni si dedica alla realizzazione di documentari e cortometraggi occupandosi di lavoro, trasformazioni sociali, recupero della memoria storica, ritratti biografici. Con le sue opere, tra cui il pluripremiato I morti di Alos, ha partecipato a numerosi festival cinematografici nazionali e internazionali ottenendo diversi riconoscimenti. La sua opera più recente è Madre Acqua, documentario biografico sullo scrittore Sergio Atzeni.

 

Michele Uccheddu – coordinamento delle musiche

Nato nel 1982, inizia ad approcciarsi alla musica sin dalla giovane età, studiando pianoforte e canto. Col tempo si appassiona alle percussioni e alla batteria, intraprendendo tale percorso per quindici anni, fino ad arrivare a perfezionarsi in Centro America (Lima - Managua). Dal 2012 frequenta il corso di Musica Elettronica presso il Conservatorio di Musica “G.P. Da Palestrina” di Cagliari.

Interessato alla composizione elettronica e alla ricerca musicale, ha seguito vari seminari tenuti da musicisti di fama nazionale ed internazionale, tra cui Roberto Dani, Francesco Cusa, Michele Rabbia, Phill Niblock e Tolga Tuzan.

Negli anni partecipa a diversi festival internazionali di musica contemporanea e jazz, per esempio la ‘Biennale di Venezia’, come membro dell’orchestra GEO – Galata Electroacustic Orchestra diretta da Roberto Doati, vincitrice del Premio Abbiati nel 2014. Collabora con molte realtà nazionali e internazionali, tra cui Snake Platform, il duo Stalker e l’orchestra EMP – European Music Project diretta da Juergen Groezinger. Collabora, inoltre, con la cantante di musica contemporanea Anna Clementi per il progetto ‘Jhon Cage Songsbook’ (Berlino).

Per quanto riguarda l’attività teatrale, collabora con Karim Galici, Senio Giovanni Barbaro Dattena (regista ed autore) e con Marta Bellu (danzatrice). Collabora con la Compagnia ASMED Balletto di Sardegna per il Festival Internazionale Nuova Danza FIND 34, componendo le musiche per ‘Invisible Space’, uno spettacolo sensoriale, dedicato a ‘Le Città Invisibili’ di Italo Calvino e per ‘Il Vento e la Fanciulla’, spettacolo di danza, scritto e diretto da Senio G.B. Dattena.