performing arts
festival

CALENDARIO SPETTACOLI

 

16 GIUGNO 2021 ore 16.45 e 20.30

Gazela, la zia Akima e lo spirito della Saggezza   prenota ora

Consorzio Coreografi Danza d’Autore - Movimentoinactor Teatrodanza

 

Liberamente ispirato ai racconti dello scrittore del Mali Amadou Hampaté Ba

 

Regia e coreografia: Flavia Bucciero

Danzatrici interpreti: Elisa Paini, Leila Ghiabbi

Disegno luci: Riccardo Tonelli

Foto: Antonella Limotta

 

L'agile e veloce Gazela è una ragazza che vive in un villaggio africano. Una notte, le appare in sogno la zia Akima, che l'ha cresciuta nei suoi primi anni di vita e abita in un villaggio lontano: le annuncia di essere prossima alla morte e chiede di poterla rivedere. Gazela saluta i suoi genitori e parte. Il suo viaggio la porterà a incontrare degli animali misteriosi, pieni di segreti interpretabili in modo differente alla luce del giorno o della notte: com'è possibile che il pipistrello sappia orientarsi così bene la notte, ma sia inattivo e impotente di giorno? Una vecchia cenciosa, in cambio di pane e acqua, le rivelerà il significato dei simboli incontrati, aprendole la strada verso la vera saggezza.

 

 

16 GIUGNO 2021 ore 17.30

Bianca Come la Neve   prenota ora

Effimero Meraviglioso

Scena e regia: Antonello Santarelli

Con Giulia Giglio e Federico Nonnis

Costumi: Attilio Carota

 

Due attori in scena danno vita ai vari personaggi della famosissima fiaba dei fratelli Grimm, utilizzando varie forme espressive: dalla grande figura al burattino, passando per le ombre e la maschera, in uno spazio scenico che diventa una sorta di baraccone delle meraviglie di gusto da commedia dell'arte. Così, con sorprendenti invenzioni sceniche, incursioni improvvise e inaspettate (avete mai visto un lupo che vuole a tutti i costi essere inserito nel cast perché anche lui ha diritto di lavorare?) e con un cacciatore un po' ingenuo e cialtrone ma divertente e, in fondo, di buon cuore, si assiste a uno spettacolo molto dinamico, a volte pirotecnico, in cui gli attori non hanno davvero tregua nel dare vita ai tanti personaggi che animano la storia.

 

16 - 18 GIUGNO 2021 ore 19.30

Zatò e Ychì   prenota ora

ASMED Balletto di Sardegna

Progetto regia e costumi: Senio G.B. Dattena

Coreografia e Danzatori: Valeria Russo e Lucas Monteiro Delfino

Percussionista: Marco Caredda

Realizzazione Costumi: Stefania Dessi, le allieve dell’Iatituto per i Servizi Sociali S.Pertini (Cagliari) e del Liceo Artistico G.Brotzu (Quartu Sant’Elena)

 

Zatoychi (Zatò per gli amici, o per i più acerrimi nemici che non vogliono perder tempo a pronunciare per intero il suo nome) è un invincibile spadaccino cieco della tradizione giapponese. A lui in Giappone hanno dedicato numerose serie tv e di recente un bel film con contenuti ematici (e ironici) molto importanti. In questo spettacolo, Zatoychi divide in due la sua anima, scindendosi in forma maschile e femminile, e diventa  Zatò & Ychì: due samurai che si scontrano in tre cruentissimi combattimenti, sostenuti e incalzati nel loro serrato confronto da clangori metallici e dal ritmo profondo delle percussioni creato dai costumi che indossano. Inizialmente i duellanti devono affrontare non solo la violenza dello scontro, bensì anche il peso delle proprie armature sonore; il terzo combattimento, in cui i samurai indossano degli Hakama - indumento alle cui pieghe vengono fatti corrispondere i precetti del Bushidō, il codice di condotta morale del guerriero giapponese -  è invece rarefatto e nudo.

 

17 GIUGNO 2021 ore 16:30

Raya e l'ultimo Drago   prenota ora

Compagnia Danza Estemporada

Coreografia: Livia Lepri

Disegno luci: Adriano Marras

 

Una nuova produzione liberamente ispirata al nuovo film di animazione Disney. La speciale trasposizione in chiave coreutica, con danzatori, colori e tanta magia, ci porta nel fantastico mondo di Kumandra, dove un tempo umani e draghi vivevano in armonia. Quando le forze del male giunsero a minacciare il regno, i draghi si sacrificarono per salvare l'umanità. Oggi, dopo 500 anni, quelle stesse forze maligne sono tornate e spetta a Raya, guerriera solitaria, trovare l'ultimo leggendario drago per riunire regni e popolazioni divisi da tempo. Ma nel corso della sua ricerca Raya imparerà che non basta un drago per salvare il mondo: serviranno anche fiducia e collaborazione.

 

17 GIUGNO 2021 ore 17:30

Little Something   prenota ora

Compagnia Cie Twain

 

Regia e coreografia: Loredana Parrella

Interpreti: Yoris Petrillo, Caroline Loiseau, Luca Zanni, Maeva Curco Llovera, Enea Tomei Testi rielaborati da Beatrice Balla

Musiche originali: Current

Costumi: Andrea Grassi

Voce recitante: Enea Tomei

 

Il testo di François Garagnon, in una lingua metaforica e personale, racconta il viaggio della costruzione di sé, contrapponendo la filosofia dell’essere alla filosofia dell’avere: l’obiettivo dell’esistenza è divenire, essere un Grande Amore Senza Fine, anche se in partenza siamo una piccola cosa, un Little something appunto. Nel raccontare questo viaggio da piccolo a grande, Garagnon inventa una serie di personaggi tanto allegorici quanto vividi: L’Avventuriero del Banco- di -tutto – il – Possibile, Il Riparatore – del Tempo – Perso, il Giardiniere-d-Amore, la Sorgente-Pura, il Soffio-d-Invisibile che non solo restituiscono immagini che si aprono a interpretazioni spirituali della vita al di là dei confini della singola religione, divenendo figure universali.

 

17 GIUGNO 2021 ore 19

Ci-chi-bum! Note del mio viaggio in Brasile  prenota ora

Compagnia La Botte e il Cilindro

 

Ideato, diretto e interpretato da Consuelo Pittalis e Margherita Lavosi

Disegno luci: Paolo Palitta

Scenotecnica: Michele Grandi

 

Racconteremo di un viaggio in un luogo lontano. Ma come condividere i ricordi con chi lí non c’era? Non bastano mappe con numeri e chilometri, e nemmeno due foto e un bel souvenir: il canto, la danza, il ritmo e le suggestioni vissute in prima persona sono capaci di avvicinarci a un luogo che non si può semplicemente disegnare, perché è vivo e vive nei ricordi di chi c’è stato e ne custodisce la memoria. Due attrici in uno spazio quasi vuoto e con pochi oggetti daranno vita a un diario di viaggio ricco di esperienze realmente vissute in Brasile. Capoeira e samba? Certamente. Ma non solo: ascolteremo anche il pestare dei piedi che sollevano la polvere nella danza del Coco de roda, sentiremo il calore dei fuochi sui marciapiedi e dei balli stretti stretti per la festa di São João, l’eco di antiche storie di serpenti a sonagli e dei canti a Iemanjá, la dea del mare, che tutti accoglie. Gusteremo il vatapá e il migliore acarajé di Bahia, sentiremo la forza dei canti di lavoro e la magia della saia rodada che gira e contiene tutti i colori di un “Brasile personale” che non si trova nelle mappe.

17 GIUGNO 2021 ore 20

Perseo e Medusa   prenota ora

ASMED Balletto di Sardegna

Ideazione, regia e costumi: Senio G. B. Dattena

Coreografia: Cristina Locci

Interpreti: Lucas Delfino, Senio G.B. Dattena, Luana Maoddi. Chiara Mameli

Realizzazione costumi: Stefania Dessì con le allieve della IVªA dell’Istituto Professionale per i Servizi Sociali Sandro Pertini (Cagliari)

Elaborazioni musicali: Diego Soddu

 

Tra gli innumerevoli racconti della mitologia greca, quello di Perseo è sicuramente uno dei più avventurosi. Abbiamo l'eroe (Perseo), il cattivo (il re Polidette), la fanciulla da salvare (in questo caso sua madre Danae e Andromeda), le prove da superare (tagliare la testa alla gorgone Medusa e uccidere il mostro marino che vuol fare un sol boccone di Andromeda) e l'intervento magico (Atena e Ermes). Perseo e Medusa ha in sé tutte le caratteristiche della fiaba classica, nonché l'insegnamento, elemento imprescindibile, che valorizza il coraggio, la dedizione, l'amore per il bene. Il lieto fine annunciato è il giusto coronamento di un’impresa pericolosa ma compiuta all’insegna della giustizia e dell'amore. Se poi aiutiamo il coraggio con un pizzico di fortuna è ancora meglio, e avere dalla propria parte Atena e Ermes è ben più di un pizzico di fortuna!

 

 

18 GIUGNO 2021 ore 16.45 e 18

Il Brutto Anatroccolo   prenota ora

Compagnia Atacama

Ideazione, Coreografia, Regia, Luci: Patrizia Cavola e Ivan Truol

Con: Stefania Di Donato, Valeria Loprieno, Cristina Meloro, Marco Cappa Spina

Musiche Originali: Epsilon Indi

Costumi: Medea Labate e Arianna Pioppi

 

Lo spettacolo è ispirato alla fiaba danese di Hans Christian Andersen, che ci aiuta a porre lo sguardo sul concetto di diversità e accettazione di noi stessi e degli altri, sul superamento delle paure e vulnerabilità, sul valore insito in ogni essere umano a prescindere dal contesto sfortunato in cui possa venire a trovarsi. Ci racconta la migrazione e il viaggio che è costretto ad intraprendere colui che viene emarginato, perseguitato e decide di cercare un proprio posto nel mondo. La storia ci aiuta a scoprire che l’essere diverso può rappresentare una ricchezza e che attraverso un processo di trasformazione ci può condurre al compimento della nostra natura in tutta la sua bellezza e originalità. La fuga e il peregrinare del brutto anatroccolo sono un esempio del coraggio possibile che lo spinge a non abbandonare la ricerca di sé stesso, della propria identità e di un proprio posto nel mondo.

 

19 GIUGNO 2021 ore 18

Magic Mozart Rock   prenota ora

ASMED Balletto di Sardegna

Di e con i bambini della 5ª D dell'Istituto Comprensivo n.6 di Quartu Sant'Elena

Ideato e condotto da Marco Nateri

 

Il Flauto Magico di Mozart arriva ai Giardini Pubblici di Cagliari! Magic Mozart Rock è il lungometraggio che costituisce l'esito scenico del laboratorio didattico biennale Progetto Mozart, ideato e condotto da Marco Nateri, con la collaborazione del coreografo Luca Massidda e del musicista Marco Caredda

Durante il Festival DanzEstate, degli estratti del lungometraggio verranno messi in scena dal vivo dagli alunni della 5ª D dell'Istituto Comprensivo n.6 di Quartu Sant'Elena, che nei due anni di laboratorio si sono occupati di ogni aspetto della creazione dell'opera: dalla sceneggiatura all'interpretazione, dalle musiche alle coreografie.

 

 

19 GIUGNO 2021 ore 19.30

Bianca e Rossa   prenota ora

ASMED Balletto di Sardegna

 

Regia, canzoni e costumi: Senio G. B. Dattena

Coreografia: Cristina Locci

Interpreti: Matteo Corso, Senio G.B. Dattena, Cristina Locci, Luana Maoddi, Rachele Montis

Realizzazione costumi: Cinzia Moro, Uwe Endler, gli allievi dell’istituto Professionale per i Servizi Sociali S. Pertini (Cagliari)

Musica: Daniele Ledda

Per le canzoni originali:

Chitarra: Mauro Laconi

Pianoforte e violoncello: Marco Caredda

Voce: Elisa Zedda

 

Lo spettacolo è la liberissima interpretazione de “L’amore delle tre melagrane”, una fiaba popolare dell’Ottocento italiano. Ci sono tutti gli ingredienti della fiaba: le magie, i conflitti, le trasformazioni e, naturalmente, l’amore. Il buon protagonista, questa volta un principe, riuscirà a sconfiggere il male, salvare se stesso e, forse, il mondo. Come accade nelle storie più belle, l’ostacolo che gli si para davanti è solo un ulteriore passo verso la crescita:  superarlo segna una tappa decisiva rispetto al suo percorso di maturazione, coronato da un immancabile lieto fine.