SATURA... SÌ!

 

Coreografia, danza e costumi: Luca Castellano, Sara Pischedda

Musica: AA.VV.

 

 

"Uno spettacolo che vuole rispecchiare e al contempo indagare la società odierna, così assuefatta dai media e, più in generale, dalla tecnologia. Una tecnologia fatta di televisione, di smartphone, di social network che sembrano dettare legge sulla nostra quotidianità, una tecnologia che ci condiziona, che influenza i nostri rapporti e il nostro modo di agire, che ci omologa. Un lavoro coreografico fortemente esplicativo portato in scena con la giusta leggerezza, senza cadere in toni giudicatori. Un punto di vista che, forse, ritrae l’individuo completamente privo di spirito critico, cosa che di certo avrebbe trovato condivisione tra i primi studiosi della società dell’ informazione, ma che sicuramente pone le basi per una riflessione attenta e profonda sugli effetti che il progresso porta con sé. Un invito a prendere le distanze, anche solo per un momento, da tutto questo “essere hi-tech”, proprio come ci esortano gli stessi danzatori sul finale della coreografia “spegnendo” la loro performance.”

(Cit. Simona Pucciarelli, Teatrionline)